SADUN100

Dal 10 luglio all’8 settembre 2019, in mostra presso i Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico, un’antologica per ricordare il grande pittore contemporaneo senese Piero Sadun (1919-1974), in occasione del centenario della sua nascita.

Tra le opere esposte, due dipinti provenienti dalla collezione di Cesare Brandi, proprietà del Polo Museale della Toscana, donate dallo stesso Sadun al critico d’arte, a lui legato da uno stretto rapporto di amicizia e stima, testimoniato anche dal ricco scambio epistolare intercorso tra i due, conservato presso l’Archivio Cesare Brandi a Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla.

Ritratto di Don Luigi, 1945

Nel 1943 Sadun si rifugiò a Vignano, vicino al palazzo di Cesare Brandi, ospite del parroco Don Luigi Rosadini col quale visse anch’egli travestito da prete e fu da lui aiutato, durante i rastrellamenti tedeschi, a fuggire da Siena. Il medesimo soggetto venne dipinto varie volte in quadri dello stesso periodo: la difficoltà di ritrarre Don Luigi è testimoniata anche in una lettera di Sadun a Brandi del 1945 “Il ritratto di Don Luigi fu giusto, poi grattato, rifatto peggio, e ora grattato di nuovo, ripreparato in attesa di essere ripreso”.

Gallo, 1947

Il soggetto, riconducibile alla tradizione della natura morta, è per Sadun un mezzo di rappresentazione della tragicità dell’esistenza; nell’opera, il gallo diviene difatti simbolo di offerta e di straziante olocausto.

 

SADUN100

11 luglio 2019 – 8 settembre 2019

Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico, Piazza Il Campo, 1

dal lunedì al venerdì dalle 15:00 alle 19:00, sabato e domenica dalle 10:00 alle 19:00

 

 

Questo inserimento è stato pubblicato in Senza categoria. Metti un segnalibro su permalink. I commenti sono chiusi, ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.