Villa Brandi. Aperture straordinarie, visite guidate e concerti per il progetto “Eterno presente”

Il progetto “Eterno presente” musica e arti visive fra Pinacoteca e Villa Brandi riparte con visite guidate aperture straordinarie e concerti in Villa, mentre proseguono le visite di gruppi di adulti e bambini delle contrade in Pinacoteca e a Villa Brandi, a cura dei funzionari della Pinacoteca e degli artisti del Siena Art Institute.

L’11, il 15 e il 25 settembre la musica del Siena Jazz e della Chigiana sarà protagonista di tre pomeriggi a Vignano, luogo dove sorge la magnifica villa di Campagna appartenuta a Cesare Brandi, noto intellettuale senese.

La Villa sarà aperta al pubblico per le visite anche il 18 e il 26 in occasione delle Giornate europee del Patrimonio con due iniziative associative di carattere musicale a cura dell’Accademia di Canto Moderno e dell’Auser.

Ingresso gratuito per le visite e per tutti i concerti.

 Il programma: 

11 settembre “Siena Jazz a Villa Brandi”​
visite alla Villa alle ore 16:00 – 17:00 – 19:00
ore 18:00 concerto jazz
Igor Ambrosin: piano
Mario Cianca: contrabbasso
Giulia Cianca: voce

15 settembre “Accademia Chigiana a Villa Brandi”
visite alla Villa alle ore 16:00 – 17:00 – 19:00
ore 18:00 concerto musica classica
Giulia Serio, concerto per flauto solo

18 settembre “Attività formativa musicale con l’Accademia di Canto Moderno”
visite alla Villa ore 17:00 – 18:00 – 19:00
ore 16:00 attività formativa musicale a cura dell’associazione culturale Accademia di Canto Moderno. Musica per pianoforte.

25 settembre “Siena Jazz a Villa Brandi” in occasione delle GEP​
visite alla Villa alle ore 16:00 – 17:00 – 19:00
ore 18:00 concerto jazz
Danilo Tarso: piano
Pietro Paris: contrabbasso
Lorenzo Simoni: sax alto

26 settembre “Oltre tutte le barriere” a cura dell’Auser di Siena in occasione delle GEP
visite alla Villa alle ore 16:00 – 17:00 – 19:00
Concerto per violino, violoncello, chitarra e voci
a cura di MM. Shahin allievo della Rinaldo Franci
(musica classica, persiana e contemporanea)
 
Eterno Presente è un progetto cofinanziato da Direzione regionale Musei, Fondazione MPS, con il Polo musicale senese, i due atenei senesi, il Siena Art Institute, la Cooperativa Pleiades e la Villa di Geggiano.

 

Villa Brandi
Strada di Busseto, 42   53100 Vignano (SI)
Tel. +39 0577 221127 – +39 0577 281161
drm-tos.pinacoteca-si@beniculturali.it

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

San Leonardo al Lago – chiusura temporanea

Si comunica che San Leonardo al Lago sarà chiuso da lunedì 6 settembre a lunedì 13 settembre 2021 incluso a causa di improvvisa assenza di personale.

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

“Dante in Pinacoteca: tra poesia, leggenda e arte” video installazioni, conferenze e aperture straordinarie della “Scala della Pia”

https://pinacotecanazionale.siena.it/wp-content/uploads/63-mag-part.jpgDal 1 settembre 2021, in occasione del settimo centenario della morte di Dante, la Pinacoteca Nazionale di Siena presenta “Dante in Pinacoteca: tra poesia, leggenda e arte” una serie di iniziative con video installazioni, conferenze e aperture straordinarie della “scala della Pia”, che esploreranno da diverse prospettive alcuni aspetti delle tre cantiche del celebre poema: Inferno, Purgatorio e Paradiso. La rassegna è realizzata in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus, l’Università per Stranieri di Siena, l’Università degli Studi di Siena e l’Archivio di Stato di Siena.

Dal 1 settembre al 31 ottobre le sale del museo saranno attraversate dalla installazione video In Inferno in Pinacoteca” a cura di Francesco Baldi e Moviement HD.

In Inferno è una performance video suddivisa in 7 capitoli, dall’ingresso all’uscita dall’Inferno, attraverso i gironi dei Lussuriosi, dei Golosi, degli Iracondi, degli Indovini e dei Ladri, ed è la prima presentazione assoluta al pubblico del risultato del laboratorio condotto presso l’Università per stranieri di Siena.
Il nucleo del lavoro è il pensiero secondo il quale ciò che nell’opera è additato come colpa e peccato, che merita punizione e contrappasso, fa parte in realtà della nostra vita intima e quotidiana in modo più o meno manifesto, in un movimento che va dall’accoglienza, alla manifestazione, alla repressione, all’edulcorazione.
La performance dialoga con un secondo video, dedicato alla tavola di Giovanni di Paolo raffigurante il Giudizio universale, eseguita intorno al 1460-1465, esposta nella sala 12 della Pinacoteca.
L’Inferno è la parte del dipinto che porta in sé diversi riferimenti alla prima cantica della Divina Commedia, evocando le pene a cui sono sottoposti i peccatori. Parte dell’immaginario pittorico medievale viene rielaborato attraverso la poesia dantesca, rendendo in maniera visibile i terribili supplizi inferti alle povere anime escluse in eterno dalla visione divina.

Tutti i sabati, a partire dall’11 settembre, sarà possibile vedere la “Scala della Pia” finora chiusa al pubblico, l’affascinante scala a chiocciola di palazzo Brigidi, sede della Pinacoteca, per restituire alla città tutto il fascino della leggenda.
Pia è un personaggio incontrato da Dante nell’antipurgatorio, “… ricordati di me, che son la Pia:
Siena mi fé, disfecemi Maremma …” una giovane donna senese uccisa dal marito in Maremma, per cause non descritte nel poema. La difficoltà di identificarla con una figura storica precisa ha portato alla formulazione di diverse ipotesi, tra le quali la più diffusa dalla tradizione la vuole come una Tolomei, moglie di Nello de’ Pannocchieschi. Tra le leggende diffuse a partire dalla suggestione dai versi danteschi, vi è anche quella della cosiddetta “Scala della Pia” della Pinacoteca di Siena, nata probabilmente dall’identificazione di palazzo Brigidi con l’antico palazzo Pannocchieschi.

Le due iniziative, In Inferno in Pinacoteca e l’apertura della “Scala della Pia”, potranno essere arricchite nelle giornate del 25-26 settembre, 2, 9, 10 e 16 ottobre dalla visita alla mostra “L’universo di Dante” all’Archivio di Stato di Siena, risultato dell’attività di riorganizzazione, approfondimento e revisione, con documenti relativi a personaggi che compaiono nelle cantiche della Divina Commedia e che sono collegati alla storia di Siena. La mostra è stata per l’occasione ampliata e arricchita con alcuni frammenti della Commedia, preziosi incunaboli e Cinquecentine della Commedia ottenute a prestito, e opere d’arte contemporanea a tema dantesco: le xilografie ‘Demoni’ di Gianni Verna e le installazioni ‘Scriptae’ di Sara Lovari.
Un’occasione per penetrare nel poema e nelle tante storie ad esso legate nella città di Siena nelle due importanti istituzioni cittadine.

In collaborazione con l’Archivio di Stato di Siena.
Info e orari Archivio di Stato: www.archiviodistato.siena.it

La rassegna prosegue a fine settembre con due conferenze a Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla.

Martedì 28 settembre, ore 17,30
Pietro Cataldi: Il realismo come necessità: Dante e l’abbandono dei ‘fondi oro’

In collaborazione con l’Università per Stranieri di Siena.
Ingresso libero, sino ad esaurimento posti
prenotazione consigliata a drm-tos.didattica.pn-si@beniculturali.it

Martedì 16 novembre, ore 17,30,
Raffaele Marrone, “Circulata melodia”: il Paradiso dantesco, Simone Martini e l’iconografia dell’Assunzione della Vergine a Siena

In collaborazione con Università degli Studi di Siena
Ingresso libero, sino ad esaurimento posti
Prenotazione consigliata a drm-tos.didattica.pn-si@beniculturali.it

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

La Chiesa di Santa Maria degli Angeli “il Santuccio” continua le aperture nel Terzo di San Martino a Siena

Nel contesto del progetto promosso dalla Fondazione Conservatori riuniti per la conoscenza del patrimonio artistico del Terzo di San Martino a Siena, la Direzione regionale Musei della Toscana apre nuovamente le porte della Chiesa di Santa Maria degli Angeli detta “Il Santuccio”.

 

La Chiesa sarà aperta, in collaborazione con il Terzo di San Martino e delle guide turistiche, nelle seguenti date:

2 settembre: pomeriggio (16.00-20.00).

15 settembre: mattina (9.00-13.00).

13 ottobre: mattina (9.00-13.00).

10 novembre: mattina (9.00-13.00).

Info tel. +39 0577 281161 e drm-tos.pinacoteca-si@beniculturali.it.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

Bando internazionale per il ruolo di direttore

Il 4 agosto 2021, il Ministero della cultura ha indetto una selezione pubblica internazionale per il conferimento dell’incarico di direttore dei seguenti uffici di livello dirigenziale non generale:

   1    Museo nazionale dell’Arte digitale (Milano);
   2    Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia;
   3    Parco archeologico di Sepino;
   4    Pinacoteca nazionale di Siena.

Per informazioni consultare:

https://cultura.gov.it/museitaliani

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

Dal 6 agosto obbligo di esibire il Green Pass in Pinacoteca

https://pinacotecanazionale.siena.it/wp-content/uploads/20210805_151153.jpg

In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti (DPCM del 23 luglio 2021), dal 6 agosto 2021 per accedere in tutti i luoghi della cultura del Ministero della Cultura (musei, monumenti, aree archeologiche, parchi e giardini)​​ è obbligatorio esibire il Green Pass corredato da un valido documento di identità. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

Per informazioni sul Green Pass https://www.dgc.gov.it/web/
Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

Villa Brandi. Eterno presente. “Cesare Brandi. Un’idea d’Italia” un incontro con Tomaso Montanari

https://pinacotecanazionale.siena.it/wp-content/uploads/montanari.jpgNell’ambito del progetto “Eterno presente”, promosso dalla Pinacoteca nazionale di Siena, finanziato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena all’interno del bando “Siena in divenire”, continuano gli incontri, le iniziative e gli eventi organizzati in collaborazione con le diverse realtà culturali del territorio.

Lunedì 12 luglio, alle ore 18, Tomaso Montanari, docente di Storia dell’arte moderna dell’Università per Stranieri di Siena ha presentato  “Cesare Brandi. Un’idea d’Italia“, un intervento sul pensiero e sull’idea d’Italia di Cesare Brandi, nella dimora del celebre critico senese. L’iniziativa è stata riservata ai docenti e agli studenti dell’Università di Siena.

La conferenza è stata introdotta dalla direttrice della Pinacoteca Nazionale di Siena e dei siti senesi, Elena Rossoni, e dalla responsabile del progetto Eterno Presente, Annalisa Giovani.

Cesare Brandi, storico dell’arte, critico, saggista, poeta, studioso di estetica e soprattutto fondatore della teoria del restauro, ha donato allo Stato l’amata villa di campagna di Vignano situata nel bellissimo panorama della campagna senese, con la sua collezione di eccellenti opere d’arte realizzate da maestri quali Mario Ceroli, Alberto Burri, Leoncillo e Giacomo Manzù. In quel suggestivo luogo, cenacolo di incontri artistici e letterari con figure quali Ranuccio Bianchi Bandinelli, lo studioso ha trascorso gran parte della sua vita.

Al termine della conferenza è stato possibile visitare a gruppi l’interno della villa cinquecentesca, che Brandi considerava realizzata su progetto di Baldassare Peruzzi, con la sua cucina, lo studio con la biblioteca, le sale da musica, il salone al piano nobile e le camere da letto.

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

Chiusi gli archivi di Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla per il mese di agosto

Si comunica che per il mese di agosto gli archivi e la biblioteca di Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla resteranno chiusi al pubblico.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti chiusi

Al Museo Puškin di Mosca si inaugura la mostra “Siena all’alba del Rinascimento. Pittura dalle collezioni della Pinacoteca Nazionale di Siena, dall’Archivio di Stato di Siena, da altri musei della Toscana e dal Museo Puškin”

Nell’ambito dell’anno trasversale Italia-Russia dedicato alla collaborazione dei musei italiani e russi, la  Direzione Regionale Musei della Toscana e il Museo Puškin di Mosca, inaugurano il 25 giugno 2021 la mostra “Siena all’alba del Rinascimento. Pittura dalle collezioni della Pinacoteca nazionale di Siena, dall’Archivio di Stato di Siena, da altri musei della Toscana e dal Museo Puškin“, curata da Vittoria Markova e Elena Rossoni, in programma fino al 3 ottobre 2021.

L’esposizione costituisce un’occasione particolarmente importante per valorizzare la pittura di ambito senese, a partire dalle sue origini duecentesche scaturite dal dialogo con l’arte bizantina, passando dalla sua gloriosa fioritura gotica coi grandi maestri del Trecento, sino alla sua originale evoluzione nel Quattrocento, sviluppatasi in rapporto e a confronto con le novità del Rinascimento, soprattutto di ambito fiorentino.

La Pinacoteca Nazionale di Siena, da cui provengono la maggior parte delle opere italiane esposte, fra le quali la Madonna con Bambino di Simone Martini, la Crocifissione con dolenti e San Francesco d’Assisi di Ugolino di Nerio, il Cristo benedicente di Benedetto di Bindo o ancora la Madonna dell’Umiltà di Giovanni di Paolo, è il museo di elezione per percorrere, attraverso i suoi capolavori, l’età d’oro della pittura senese. Il museo infatti conserva un patrimonio fondamentale di pittura che, posto in relazione con le altre numerose testimonianze artistiche nella città e nel territorio, definisce al meglio la ricchezza di Siena, uno prezioso scrigno d’arte il cui centro storico è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Alle opere della Pinacoteca di Siena si aggiungono alcuni altri importanti dipinti provenienti dal Museo Nazionale di San Matteo di Pisa e dal Museo Nazionale d’Arte Medioevale e Moderna di Arezzo, che fanno parte anch’essi della Direzione regionale musei della Toscana. Notevole è anche il nucleo delle biccherne provenienti dall’Archivio di Stato di Siena.

Il confronto diretto fra i dipinti riuniti per la mostra costituisce un’occasione importante sia per far conoscere ai visitatori russi questo particolare capitolo della pittura italiana, sia per arricchire le rispettive conoscenze dei nostri musei e collezioni.

La mostra offre la possibilità di esaminare da vicino generi e tipologie diverse, come ad esempio le biccherne, di spiccato valore civile, ma anche i dipinti destinati alla devozione pubblica e privata, in forma di dittici o trittici di estrema raffinatezza; sino ad arrivare a parti di polittici destinati agli altari, purtroppo spesso smembrati per le vicende della storia. Ognuna di queste opere, che dialogano con i grandi cicli di affreschi ancora presenti nelle chiese senesi e toscane in generale, rappresenta un tassello di un mondo artistico e sociale complesso e articolato che, attraverso l’analisi storico-critica, possiamo ricomporre nella sua bellezza e nella sua varietà.

“Non posso che ringraziare Marina Loshak, direttrice del Museo Puskin – commenta il Direttore della Direzione regionale Musei della Toscana Stefano Casciu – per aver promosso e favorito la realizzazione di questa mostra, curata da Vittoria Markova con la collaborazione della direttrice della Pinacoteca Nazionale di Siena Elena Rossoni, e il fondamentale contributo della direttrice dell’Archivio di Stato di Siena Cinzia Cardinali. Al progetto hanno collaborato anche Pierluigi Nieri e Michele Loffredo, rispettivamente direttori del Museo Nazionale di San Matteo di Pisa e del Museo Nazionale d’Arte Medioevale e Moderna di Arezzo, così come essenziale è stato il ruolo di Elena Pinzauti e Rossella Cavigli, restauratrici della Direzione Regionale Musei della Toscana. La partecipazione di giovani studiosi dell’Università degli Studi di Siena alla stesura delle schede del catalogo è un segnale importante di una collaborazione tra il museo e il mondo accademico e rappresenta anche un investimento sulle nuove generazioni di storici dell’arte, ai quali va la nostra piena fiducia, consci della accurata preparazione da loro ricevuta all’interno delle nostre istituzioni universitarie. Infine, un grazie particolare va allo staff di Mondo Mostre per il competente e qualificato supporto offertoci in tutte le fasi della realizzazione della mostra. Il mio augurio – conclude Stefano Casciu – è che questa bella iniziativa sia solo la prima di una lunga serie di collaborazioni tra i nostri musei toscani e il Museo Puškin, in nome della amicizia tra Italia e Russia.”

Sito ufficiale della mostra (per l’italiano attivare traduttore automatico)

Siena all’alba del Rinascimento. Pittura dalle collezioni della Pinacoteca nazionale di Siena, dall’Archivio di Stato di Siena, da altri musei della Toscana e dal Museo Puškin

Pubblicato in eventi | Commenti chiusi

Avviso pubblico per l’affidamento in concessione dei servizi concernenti attività culturali e didattiche

Pubblicato l’avviso pubblico per l’affidamento in concessione dei servizi concernenti la realizzazione di percorsi educativi e altre attività culturali e didattiche da eseguire nel periodo compreso tra il 1° settembre 2021 e il 31 agosto 2023 presso i siti museali senesi denominati “Pinacoteca Nazionale di Siena”, “Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla”, “Villa Brandi” ed “Eremo di San Leonardo a Lago”

 
 
 
Pubblicato in eventi | Commenti chiusi
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.
Accetta